Per l’ottava edizione del FLE il paesaggio e molto più

“… Io vivo di paesaggio, riconosco in esso la fonte del mio sangue. Penetra per i miei occhi e mi incrementa di forza. Forse la ragione dei miei viaggi per il mondo non è stata altro che una ricerca di paesaggi, i quali funzionavano come potenti richiami. Forse vi è in me ancora di quell’istinto che doveva dominare le razze emigratrici, istinto che era sete di paesaggi nuovi e meravigliosi, prima ancora di essere istinto di preda e di conquista. Nel paesaggio è il primo segno delle mani di Dio e giustifico certi esseri sensibili che nel mezzo dei paesaggi più belli attestano d’aver veduto l’apparizione della divinità. L’altro segno è l’uomo, ma l’uomo si forma e cresce in rapporto al paesaggio: è uno specchio del paesaggio”[da “Veneto felice” di G. Comisso]

Paesaggio: per la persona è quella “parte di territorio che si abbraccia con lo sguardo da un punto determinato”; per l’ecologo è “la risultante delle caratteristiche geologiche, strutturali, geomorfiche e climatiche di un territorio”; per il geografo è “la materializzazione nello spazio geografico dei processi storici, articolati secondo i meccanismi insediativi, le presenze culturali e artistiche”.

Per l’ottava edizione del Festival dei Luoghi e delle Emozioni, il paesaggio è tutto questo e molto più. Sopra ogni altra cosa rappresenta la chance di creare terreno fertile per la comunità, uno spazio in cui poter condividere tradizioni, innovazioni, esperienze, odori, sapori, sguardi, note, colori, percorsi, idee e coscienze.

L’overture ufficiale? Segnatevi la data: 14 Giugno, con Anna Zanutto e la sua perpetua ricerca di bellezza. Poi danze, escursioni all’osservazione delle meraviglie dell’avifauna, musica d’ogni genere, cinema all’aperto per grandi e piccini, tavole calde di proposte e innovazioni volte alla cura e sostenibilità ambientali. L’invito è esteso anche ai più piccoli, ai quali non mancherà occasione di vivere il paesaggio in un trittico di laboratori volti a stimolare i sensi e la manualità, culminanti con l’ormai immancabile Notte in Biblioteca in compagnia del gruppo di lettori volontari “Gli Amici di Elmer”!
Ultima, ma non ultima, la possibilità di visitare il Museo del Paesaggio di Torre di Mosto e, in preparazione a tutto questo, un duetto d’eventi, uno scorcio “PRE-FESTIVAL”: il 31 Maggio la conferenza di Favero, Bertolin e Borin sull’importanza di uno sguardo critico da rivolgere all’ambiente, seguito l’8 Giugno dall’inaugurazione della mostra fotografica Fini&Confini.

Un sentiero da calcare in comunione, quello proposto dal FLE 2019, snodato in nove giorni di eventi, luoghi ed emozioni, e che terminerà in bellezza sabato 22 Giugno con l’imperdibile Notte Bianca tra le vie di Roncade.

Festival dei Luoghi e delle Emozioni – edizione 2019

Il Paesaggio: luoghi vissuti e da vivere

“… Io vivo di paesaggio, riconosco in esso la fonte del mio sangue. Penetra per i miei occhi e mi incrementa di forza. Forse la ragione dei miei viaggi per il mondo non è stata altro che una ricerca di paesaggi, i quali funzionavano come potenti richiami. Forse vi è in me ancora di quell’istinto che doveva dominare le razze emigratrici, istinto che era sete di paesaggi nuovi e meravigliosi, prima ancora di essere istinto di preda e di conquista. Nel paesaggio è il primo segno delle mani di Dio e giustifico certi esseri sensibili che nel mezzo dei paesaggi più belli attestano d’aver veduto l’apparizione della divinità. L’altro segno è l’uomo, ma l’uomo si forma e cresce in rapporto al paesaggio: è uno specchio del paesaggio”
[da “Veneto felice” di G. Comisso]

L’edizione 2019 del FLE continua a perseguire la sua vocazione nel promuovere Roncade ed il suo territorio. In particolare quest’anno si intende stimolare una riflessione critica individuale e collettiva sul valore del paesaggio, tema conduttore.

Le declinazioni di approfondimento toccheranno i paesaggi alimentari, quelli naturalistici, dell’urbanistica e dell’arte nelle loro accezioni più stimolanti. Destinatari sono come sempre i roncadesi e non di ogni età, oltre alle imprese locali, le attività commerciali e le scuole dove, anche agli studenti, sarà proposto un ragionamento sul territorio in cui abitano.

Alcune piccole anticipazioni sul programma. La gettonatissima esperienza della “Notte in Biblioteca” si ripeterà il 21 giugno, mentre il sabato successivo ospiteremo l’Accademia Trevigiana per il Territorio con il convegno “Nuovi vitigni per una viticoltura sostenibile”. Durante la settimana il professor Danilo Gasparini ci parlerà di “Paesaggi agrari: dalla carriola al carrello”.

Confermati i laboratori per bambini e per adulti, le uscite naturalistiche guidate da esperti, una serata evento con un celebre personaggio televisivo e la chiusura con la Notte bianca all’insegna della Roncade di fine ‘800.Il programma definitivo del FLE sarà presentato in anteprima durante l’incontro con il nostro concittadino, Dionisio Gavagnin, autore del libro “Fini & confini. Dal paesaggio al territorio”.

Grazie!!

L’Amministrazione Comunale, unitamente alla Pro Loco di Roncade, desidera esprimere un sincero ringraziamento a tutti coloro che, a vario titolo, hanno contribuito alla realizzazione e al successo della settima edizione del Festival dei Luoghi e delle Emozioni, dedicata quest’anno al tema del design.

Un grazie particolare va a tutte le associazioni, i comitati, i volontari, i commercianti e gli artigiani per la preziosa e fattiva collaborazione che ha reso possibile l’offerta variegata di laboratori, serate di approfondimento culturale e momenti ludici conclusisi poi con la straordinaria Notte Bianca.

Un sentito apprezzamento viene inoltre rivolto alle aziende, resesi disponibili ad accogliere tanti cittadini curiosi di conoscere realtà famose, che danno un valore aggiunto al nostro sistema produttivo locale.

Insieme avete regalato al nostro Comune una splendida opportunità per mostrare a tutti, residenti e non, la bellezza del nostro territorio.

Lotteria FLE 2018, ecco i biglietti vincenti!

Ecco i numeri estratti della lotteria Fle 2018:

Premio numero estratto
Kenwood frullatore Blend Pro 1400W — De Longhi n. 3924
Trituratore elettrico — Ferr. Segato n. 3340
Stirella caldaia VVX 1570 — De Longhi n. 3587
Girocollo di perle — Gioielleria Guerretta n. 5482
Soffiatore elettrico — F.11i Vianello n. 1078
Corso di fotografia — Damiano Lorenzon n. 3988
Corso di danza — Asd Academy Scuola Danza n. 5452
Kenwood sbattitore Kix — De Longhi n. 5400
Gioiello Swarosvski — Oreficeria Lorenzon n. 1219
Smartbox “Incantevole evasione” — Pro Loco n. 1606
Kenwood Triblade Mix — De Longhi n. 1018
Termoventilatore Style — De Longhi n. 5485
Bracciale di pietre dure — Moretto Gioielli n. 3914
Corso di danza moderna – Asd Gruppo Danza Attitude n. 5235
Buono stampe fotografiche — Fotofobia n. 1218
Buono shopping pelletteria — Antonello Calzature n. 1670
Quadro — Accade-mia dal 2007 n. 5681
Quadro — Accade-mia dal 2007 n. 2320
Quadro — Accade-mia dal 2007 n. 2453
Buono shopping abbigliamento — Intimamente n. 5121
Barattoli di caffè Julius — Ai Portici Wine Bar Café n. 4254
Barattoli di caffè Julius — Ai Portici Wine Bar Café n. 3851

I premi dovranno essere ritirati – previa telefonata al 328-5997702 – entro e non oltre martedì 24 luglio 2018

Programma FLE per venerdì 15 giugno

PROGRAMMA FLE PER VENERDÌ 15 GIUGNO
FLE, Festival dei Luoghi e delle Emozioni – tema edizione 2018: “Il design disegna il mondo”

• 19:00 • Parco dell’isola sul Musestre
Riverside music experience
• 21:00 • Parco sul Musestre
The Color Party – Dj set e live performance – Ingresso libero
• 21:00 • Biblioteca comunale
“Da Bruno Munari a Tortinfuga! Notte in Biblioteca”
(8-10 anni)

E se il Fle 2018 venisse inaugurato dai giovani?
Voilà. La prima dedica del Festival dei Luoghi e delle Emozioni è proprio per loro, per quella fresca voglia di ottimizzare divertimento e apprendimento, socialità e crescita individuale, tradizione e innovazione peculiare della gioventù.
Per i ragazzi dagli 8 ai 10 anni anche quest’anno si aprono le porte della biblioteca in dimensione notturna, la più magica.
C’è poco di più elettrizzante che dormire nel sacco a pelo fuori casa, in un ambiente alternativo e creativo, coccolati e sedotti da parole nuove, fonti di meraviglie.
Alle 21,00 i piccoli protagonisti dovranno indossare i grembiuli da cucina, perché saranno introdotti all’arte del cake design e prepareranno le brioche per la colazione della mattina seguente. Gli assaggi saranno inevitabili e diventerà quindi doveroso pure l’uso di spazzolino e dentifricio. Poi tutti raccolti attorno alle letture animate dei lettori volontari del gruppo Amici di Elmer, e sarà subito stupore. Succede sempre quando si parla di Bruno Munari e dei libri illustrati da grandi designer. Per i bimbi in programma anche una divertente lezione sull’aspetto industriale della realizzazione dei libri.
Poco prima, alle 19,00, al Parco dell’isola sul Musestre, si terrà la “Riverside music experience”, concerto delle giovani band locali per i ragazzi dai 15 ai 20 anni, a cui seguirà (ore 21,00) The Color Party – Dj set e live performance con ingresso libero. Caldamente consigliata la t-shirt bianca per apprezzare al meglio le esplosioni di polvere colorata.
Buon Fle, ragazzi!